Maschile contro Femminile o Maschile in Amore con il Femminile?

Maschile contro Femminile o Maschile in Amore con il Femminile?

Parte Seconda

 

Alla base di tutto nel creato c’è l’atomo di idrogeno H. Composto da un nucleo (maschile) e da elettroni (femminile). La messa in Amore dei due crea l’atomo.

 

Uno dei motti preferiti da Laura Bersellini è:

“Amo collaborare non competere”

  • Jodorowsky)

(Inizia con il Tapping e fallo sempre e comunque durante la lettura, poi torna pure indietro e ripeti gli esercizi)

 

Come promesso nella prima parte di questo articolo, qui andremo a mettere in pratica ciò che Coaching Alchemico offre per la messa in collaborazione/amore del proprio femminile e maschile o come sono rappresentati in Alchimia, il passeggero e il cocchiere della carrozza alchemica.

Il piano emozionale è rappresentato dal passeggero, il piano logico dal cocchiere. Il passeggero sa dove si deve andare e perché, il cocchiere sa portare la carrozza trainata dai cavalli.

Sei chiamato migliaia di volte al giorno ad operare delle scelte e sono talmente veloci che il tuo piano logico non è in grado di gestirle e processarle tutte. Inconsciamente fai delle scelte immediate affidandoti unicamente al piano emozionale, per poi darne spiegazione con il piano logico. Quando il tutto va in tilt? Quando hai il tempo per pensare e ragionare. A quel punto scattano tutte le limitazioni che il cocchiere ha nel condurre la carrozza, senza le direzioni del passeggero. E qui la tua vita comincia a complicarsi.

Cominciamo: fai tapping sul punto karate (lato della mano fra la base del mignolo e il polso) e ripeti questa frase “anche se in situazioni critiche e quando ho tutto il tempo di ragionare ed ascoltare tutti i miei timori, non so più che pesci pigliare e non è nemmeno il 1° di Aprile, mi amo e mi accetto così come sono, completamente e profondamente” (abbiamo introdotto anche un piccolo accenno di PET per alleggerire la pesantezza data dal non sapere che pesce pigliare). Trascorso un giusto lasso di tempo e sempre usando il tapping sui classici punti a scelta, inizia a pronunciare frasi intenzionali tipo: “lascio andare ogni attaccamento emotivo al bisogno di scegliere razionalmente, di valutare tutti i pro e i contro con il risultato di creare ancor più indecisione” e mentre questa frase lavora, osserva cosa cambia nel tuo stato emotivo e nelle tue sensazioni corporee.

Individua quali sensazioni si manifestano e in che parte del corpo si manifestano queste sensazioni, che possono essere le più disparate.

Continua con il tapping.

Una volta riconosciuta la parte del corpo che “segnala” passa alla seconda frase “ripristino il regolare flusso di energia in questa/e parte/i del mio corpo”.

Ancora una volta, mentre la frase e il tapping lavorano, osserva cosa cambia con il totale distacco di giudizio che ha un bravo cronista.

Di nuovo: trascorso un lasso di tempo buono per te o a cambiamento avvenuto, recita questa frase “lascio andare ogni attaccamento emotivo a tutto ciò che è rappresentato dalla indecisione e a tutto ciò che mi impedisce di affidarmi al mio piano emozionale, al mio piano intuitivo, al mio passeggero che sa bene dove condurmi”. E di nuovo prenditi il tempo necessario affinché frasi e tapping elaborino per te e in te. Un’altra frase “ripristino il regolare flusso di energia in questa parte del mio corpo che rappresenta il conflitto fra il piano emozionale e il piano razionale, e mi apro alla possibilità della loro messa in amore, della loro collaborazione”. Ora osserva con distacco ciò che è avvenuto e valuta se sia il caso di proseguire con altri giri di EFT, inseguendo le sensazioni nel corpo.

In alternativa pronuncia una nuova frase “lascio andare ogni attaccamento emotivo a tutte le obiezioni e le resistenze che ho nell’affidarmi al mio femminile”.

Ancora una volta da buon cronista imparziale osserva cosa cambia e dove si manifesta, senza attaccarti ad alcuna considerazione e riflessione dovesse emergere, e quando lo senti buono ripeti un’altra frase “ripristino il regolare flusso di energia in quella parte del mio corpo che rappresenta tutte le mie resistenze e i miei timori alla messa in amore dei due miei piani esistenziali, maschile e femminile, e tutto ciò che questa rappresenta per me”.

Continua a picchiettare su ciò che sale spontaneamente finché lo senti buono.

Quando avrai raggiunto uno stato di tranquillità potrai osservare tutto ciò che hai vissuto in questo auto-trattamento delle difficoltà che hai a far dialogare/a mettere in amore/collaborazione il maschile e femminile nell’agire nella tua vita. Osserva nei giorni successivi se vi sono ancora delle difficoltà nel prendere decisioni, operare scelte ma anche nell’affidarti ad altri. Misura il tuo grado di fiducia in te stessa/o da 1 a 100, cogliendo il primo numero che arriva: è quello giusto. Ora valuta cosa manca affinché sia 100, con estrema sincerità, onestà e lealtà con te stessa/o. Quanto emerge sarà argomento del tuo prossimo auto-trattamento.

Se lo senti buono per te contattaci attraverso i nostri recapiti per un confronto o un suggerimento o per lavorare insieme sul riequilibrio tra maschile e femminili.

Grazie per il tuo tempo dedicato alla sperimentazione su te stessa/o.

Buon proseguo con EFT e le tecniche energetiche e un abbraccio.

 

 

No Comments

Give a comment