Il lavoro energetico su un problema.

Il lavoro energetico su un problema.

Tutte le volte che pensi di avere un problema puoi applicare le tecniche energetiche sulla situazione, la tematica, l'evento che per te rappresenta un problema.

Ovviamente, tutte le volte che sei concentrato su un problema vuoi anche muoverti da quel problema allo stato desiderato dove il problema è risolto e tu sei libero da esso e dai suoi effetti sulla tua vita.

Questo significa che c'è della energia potenziale che può essere messa in gioco e portata dalla condizione di blocco, chiusura, limite, che rappresenta il problema, allo stato di flusso più favorevole per te e la tua manifestazione su questa terra, in questo momento della tua vita.

Ma come è possibile affrontare un problema qualsiasi?

Anche senza entrare nello specifico posso dirti che ogni problema ha pari dignità.

Che cosa intendo con questa frase?

Intendo che non c'è un problema "stupido" e tu non sei stupido perché senti di avere un problema, quando magari, nella stessa situazione, o in condizioni simili, qualcun altro non avrebbe problemi, o non percepirebbe la stessa condizione come un problema.

Ciò che fa la differenza è il tuo livello di benessere.

Se una cosa, una situazione, un evento, una sfida ti crea disagio, puoi fermarti, prendere un bel respiro profondo, e portare consapevolezza sul problema, o la tematica da trattare prendendo appunti su tutto ciò che emerge, per tornarci sopra in un momento o più momenti successivi e lavorarci con le tecniche energetiche.

Se vuoi, dopo avere letto questo articolo, puoi tornare a questa frase e iniziare a stimolare i punti del tuo sistema energetico prima di proseguire con gli esercizi che ti suggerisco.

Se sei appena arrivato su questo sito e non sai come fare a stimolare il tuo sistema energetico, se non conosci EFT e le tecniche sorelle, ti consiglio di scaricare un po' di materiale dalla sezione risorse gratuite.

Prenditi tutto il tempo per leggere, approfondire, sperimentare.

E adesso parti con il lavoro energetico su ciò che rappresenta un problema per te.

Respira a fondo.

A questo punto puoi partire con una serie di semplici domande:

Quale è il problema che voglio trattare?

Come si manifesta il problema per me?

Come influenza la mia vita?

Che cosa penso del problema?

Che cosa penso di me rispetto al problema?

Ricordati di prendere appunti.

Focalizza in particolare quali pensieri emergono, quali emozioni salgono, quali ricordi eventualmente collegati al problema si affacciano alla mente.

Nota se sono presenti  in te delle convinzioni legate al problema o delle idee limitanti su te stesso rispetto al fatto di avere questo problema?

Nota se emergono delle fantasie sul futuro, ad esempio che andrà tutto male, che non ne uscirai mai, che può solo peggiorare, e cos' via.

Quando senti che sono emersi abbastanza aspetti prendi tutti gli appunti che ti sembrano necessari.

Adesso puoi partire da ciò che ti da più fastidio, o dall'aspetto che attira maggiormente la tua attenzione.

Fai un altro bel respiro profondo, e sempre stimolando il tuo sistema energetico ripeti questa frase:

Anche se ho questo problema, tutto può cambiare e lascio che cambi.

Fai un intero giro di stimolazione focalizzando cosa succede in te dopo aver detto la frase.

Nota se emerge altro che può essere lavorato.

Poi affronta il nuovo che è emerso o un aspetto alla volta di quelli presenti nei tuoi appunti.

Ricorda che per problemi molto complessi può essere necessario tornare con più sessioni sui diversi aspetti.

Crea delle frasi per ogni giro che riprendono ciò che hai scritto:

Anche se c'è questo ricordo/emozioni/idea/fantasia, mi amo e mi accetto così come sono e mi apro alla possibilità di un cambiamento.

Dedica del tempo al tuo lavoro energetico finché non provi sollievo e non senti dei cambiamenti nel tuo stato emotivo.

Se incontri difficoltà con il lavoro in autonomia torna alle nostre risorse gratuite, per chiarire eventuali dubbi, puoi leggere i nostri e book.

Oppure scrivici per dei suggerimenti specifici a:

info@coachingalchemico.com

No Comments

Give a comment