Avere torto rende Grandi

Avere torto rende Grandi

Visto così è un paradosso quasi incomprensibile, ma portiamo attenzione all’accorgerci a cosa c’è oltre il primo impatto, ascoltiamo quel senso di verità assoluta che si rivela di primo impatto, prima che la mente razionale intervenga con le sue interpretazioni, spiegazioni, supposizioni, congetture, etc, etc.

(tratto dai concetti di Fabio Marchesi)

Leggendo questa affermazione d’acchito il primo pensiero che sorge è: ma se ho torto come posso essere o meglio divenire grande. Eppure si percepisce un sottile, impalpabile senso di verità assoluta, come solo le leggi della natura hanno.

Quindi cosa cela questo paradosso? Che se ho torto e me ne accorgo ho la possibilità di imparare e quindi aumentare le mie conoscenze del giusto? Si ma così non rende appieno l’idea, perché si può sempre dire che magari con un po' più di attenzione non saresti caduto nel torto. Ritengo e condivido dopo mesi e mesi di riflessioni, sperimentazioni e confronti, che la miglior spiegazione sia nell’esaminare il suo contrario, cioè nell’avere ragione. 

Cosa comporta l’avere ragione su un determinato aspetto?  Comporta che ti precludi il confronto. Perché confrontarmi se ho ragione? Logico no? Ed è proprio in questo essere logico che si cela il limite. Il limite di non poter crescere nel confronto, anzi rischio una chiusura ulteriore data dalla superbia di voler convincere l’altro della mia ragione.

L’avere ragione porta ad avere limiti. La sola ipotesi di poter avere dei limiti consolidati e indiscussi, mi mette già in uno stato di allarme, a te no?

Sia che la tua risposta sia affermativa o negativa facciamo qualche giro di tecniche energetiche per verificare ed eventualmente sciogliere qualche blocco, qualche limite.

(Tapping sempre e comunque)

Punto karate: anche se ritengo che avere torto sia sbagliato, mi amo e mi accetto completamente e profondamente, e mi apro alla possibilità di essere nella mia centratura e sicurezza anche quando ho torto. Anche se quando ho torto sento sorgere l’insicurezza, mi amo e mi accetto completamente e profondamente, e mi apro alla possibilità di essere grato/a a questa opportunità di crescita.

(Tapping sempre e comunque)

Lascio andare ogni attaccamento emotivo a tutto ciò che è rappresentato dall’insicurezza legata ad avere torto.

Ascolto la vergogna e il giudizio degli altri mentre emerge l’avere torto. Ascolto la paura e la fantasia dell’idea che si fanno gli altri di me.

(Tapping sempre e comunque)

Ripristino il regolare flusso di energia …… (nella parte del corpo in cui si manifesta una sensazione, un dolore, una tensione, etc.). Oppure: Ripristino il regolare flusso di energia in tutto il corpo.

(Tapping sempre e comunque)

Punto karate: anche se ho torto e rifiuto questa idea, e in più mi intestardisco a giustificare e sostenere il mio torto, mi amo e mi accetto completamente e profondamente, e mi apro alla possibilità di affrontare il confronto con chi ha ragione e mi dimostra il mio torto. Mi apro alla possibilità di riconoscere la superbia del voler avere ragione e rifiutare di avere torto.

(Tapping sempre e comunque)

Mi apro alla possibilità di osservare la mia superbia, a riconoscere che mi appartiene ed accoglierla. Integro la mia superbia e mi apro alla possibilità di manifestare il talento della modestia equilibrata e nella norma della mi essenza.

(Tapping sempre e comunque)

Ripristino il regolare flusso di energia …… (nella parte del corpo in cui si manifesta una sensazione, un dolore, una tensione, etc.). Oppure: Ripristino il regolare flusso di energia in tutto il corpo.

Quando hai raggiunto uno stato di tranquillità puoi osservare tutto ciò che hai vissuto durante questo auto trattamento, ad esempio potresti trovarti a notare le tue difficoltà nel riconoscere quando hai torto ma anche l’opportunità che ciò ti offre. Osserva nei giorni successivi se vi sono ancora delle difficoltà nel riconoscere quando hai torto. Misura il tuo grado di fiducia in te stessa/o da 1 a 100, cogliendo il primo numero che arriva con fiducia che è quello giusto. Ora valuta cosa manca o impedisce affinché sia 100, con estrema sincerità, onestà e lealtà con te stessa/o. Quanto emerge sarà argomento del tuo prossimo auto trattamento.

Non esitare nel contattarci attraverso i nostri contatti o per un confronto.

Grazie per il tuo tempo dedicato e per la sperimentazione con te stessa/o.

Buon proseguo con EFT e un abbraccio

Giorgio A

No Comments

Give a comment